SMS marketing per eCommerce: come recuperare i carrelli abbandonati

Samuele Cottone

Samuele Cottone

Ho lavorato in multinazionali, startup e PMI, gestendo team composti da decine di persone con un unico obiettivo: portare crescita sostenibile. Diverse esperienze e settori mi hanno permesso di acquisire un approccio specialistico e al contempo una visione olistica. Mi hanno permesso di diventare un Full Stack Marketer (a tempo pieno).
Samuele Cottone

Samuele Cottone

Ho lavorato in multinazionali, startup e PMI, gestendo team composti da decine di persone con un unico obiettivo: portare crescita sostenibile. Diverse esperienze e settori mi hanno permesso di acquisire un approccio specialistico e al contempo una visione olistica. Mi hanno permesso di diventare un Full Stack Marketer (a tempo pieno).

Gli SMS possono essere il miglior canale per recuperare i carrelli abbandonati.

Perchè non siamo più abituati a riceverli e quando ne arriva uno ottiene maggior attenzione di un classico messaggio su Whatsapp, Telegram o altre piattaforme di messaggistica.

Non sfruttare questa opportunità di business per il tuo eCommerce può significare lasciare molti soldi sul piatto.

In questo articolo scopriamo una strategia di sms marketing per eCommerce e, più in dettaglio, come recuperare i carrelli abbandonati tramite gli SMS. 

Vedremo copy dei messaggi e tempi di attesa tra un messaggio e l’altro.

Pront*?

Partiamo! 

Perchè è importante recuperare i carrelli abbandonati

Il 69.82% dei potenziali acquirenti abbandona il carrello all’interno di un eCommerce, per diversi motivi e spesso non per una singola causa.

Ad attestarlo è il Baymard Institute

E’ facile intuire quanti “soldi stiamo lasciando nel piatto”, se questa percentuale di carrelli abbandonati non viene recuperata.

Se vuoi approfondire altre tattiche (oltre l’SMS marketing) puoi leggere questo articolo

sms

Nuovo qui? Iscriviti per ricevere una email a settimana 📨 sul Full Stack Marketing (é totalmente gratis 🍀)

E’ quindi importante cercare di recuperare i carrelli abbandonati e l’SMS Marketing ci viene in soccorso. 

Strategia efficace per recuperare i carrelli abbandonati

Prima di tutto bisogna pensare e impostare un flusso di SMS efficace.

Attento a non complicare troppo le cose, perchè non serve, almeno inizialmente.

Ti consiglio quindi di impostare un flusso di 3 – 5 SMS di recupero carrello, a seconda del prodotto che vendi.

Se è un prodotto da acquisto d’impulso che non necessità di una lunga fase di scoperta e valutazione, bastano 3 SMS.

Se invece è un prodotto ad alto prezzo o che prevede una lunga fase di valutazione, puoi anche inviare 5 SMS, distanziandoli maggiormente.

Adesso vediamo cosa scrivere e come fissare i delay tra un SMS e l’altro. 


sms-flow



Prima di partire con l’analisi dei singoli SMS, vediamo come impostare un flusso a livello strategico.

In generale ciò che puoi fare è questo:

1° blocco di SMS: ricorda all’utente che ha abbandonato il carrello senza completare l’acquisto ed in più gli forniamo un codice sconto.

2° blocco di SMS:
ricordiamo all’utente che può completare l’ordine in qualunque momento, in un solo click

3° blocco di SMS: ricordiamo all’utente di completare l’ordine e gli forniamo un ulteriore codice sconto da poter utilizzare

Ho inserito “blocco” e non SMS perchè potresti voler inviare più di un messaggio per ogni singolo blocco.

Cosa scrivere nei singoli SMS?

Lo vediamo subito con un esempio. 

1° SMS: Follow up e codice sconto

sms-flow

Nuovo qui? Iscriviti per ricevere una email a settimana 📨 sul Full Stack Marketing (é totalmente gratis 🍀)

In questo primo SMS  abbiamo creato un codice sconto del 5%, generato anch’esso dinamicamente, che viene inviato all’utente.

Con questo SMS facciamo due cose: per prima cosa ricordiamo all’utente che ha dimenticato di completare l’ordine.

Secondariamente forniamo un incentivo a concluderlo con lo sconto.

Come puoi vedere ci sono dei campi che vengono compilati dinamicamente come “Site name”, “First Name” e il link per recuperare direttamente il carrello abbandonato.



2° SMS: Follow up

sms-flow

Qui diamo un semplice follow up all’utente per ricordare di completare l’ordine. 

3° SMS: Follow up su carrello e sconto maggiorato



sms-flow

In questo ultimo SMS facciamo un follow up ulteriore all’utente e gli forniamo  un altro codice sconto più alto (consiglio: dal 5 al 10%).

In questo modo gli ricordiamo di completare l’acquisto e diamo un segnale ancor più importante con il secondo codice sconto.

Un segnale che ci teniamo che completi l’ordine. Senza esagerare con le percentuali di sconto per evitare di dare la percezione di prodotto “cheap”. 

Come impostare i delay tra un SMS e l’altro 

mail


Non sempre i delay tra un SMS e l’altro devono essere standard.

Non esiste una regola principe per impostarli, bisogna ragionare per ipotesi e test.

Posso dirti cosa ha funzionato mediamente bene tra i diversi eCommerce gestiti ed in crescita.

Il primo blocco SMS inviamolo dopo poco tempo (ma non troppo poco tempo).

Le tempistiche possono variare da 15 minuti a 50 minuti dopo l’abbandono del carrello.

Se lo inviamo troppo presto, potremmo bruciare questa occasione perchè l’utente si trova in un momento in cui non è nel “mood” di acquistare, oppure perchè è impossibilitato fisicamente per altri impegni.

Il secondo blocco di SMS può essere inviato nell’arco delle 4-8 ore.

Mentre il terzo blocco di SMS puoi inviarlo tra le 12 e le 24 ore dopo aver abbandonato il carrello.

In questo esempio che ti ho descritto stiamo coprendo un arco temporale di circa 1-2 giorni al massimo, per inviare remind e incentivi al nostro utente.

Come ti dicevo all’inizio dell’articolo, questo tempo è variabile a seconda della tipologia di prodotto. 

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come utilizzare l’SMS marketing per ecommerce, in particolare come utilizzarlo per recuperare i carrelli abbandonati.


>>>Vuoi far crescere il tuo business? Scopri come fare con l'approccio Full Stack Marketing!

>> CLICCA QUI PER SCOPRIRE DI PIU' <<

Ti è stato utile questo contenuto? Condividilo con una persona a cui tieni:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.