Helpful Content Update di Google – Guida completa: ora anche in italiano!

pc con Helpful Content Update di Google
Samuele Cottone

Samuele Cottone

Ho lavorato in multinazionali, startup e PMI, gestendo team composti da decine di persone con un unico obiettivo: portare crescita sostenibile. Diverse esperienze e settori mi hanno permesso di acquisire un approccio specialistico e al contempo una visione olistica. Mi hanno permesso di diventare un Full Stack Marketer (a tempo pieno).
Samuele Cottone

Samuele Cottone

Ho lavorato in multinazionali, startup e PMI, gestendo team composti da decine di persone con un unico obiettivo: portare crescita sostenibile. Diverse esperienze e settori mi hanno permesso di acquisire un approccio specialistico e al contempo una visione olistica. Mi hanno permesso di diventare un Full Stack Marketer (a tempo pieno).

Helpful Content Update di Google è il primo aggiornamento del motore di ricerca che punta ad aumentare il valore e l’utilità dei contenuti testuali. Per chi si occupa di SEO, advertising e, in generale, di creazione di contenuti per il web ha a che fare con una vera e propria rivoluzione. 

Bisogno ripensare ad un nuovo modo di scrivere contenuti (anche se si è già rilevato che ha avuto un impatto molto meno “distruttivo” rispetto ad esempio all’update Panda del 2011). 

Da pochissimo l’Helpful Content Update è attivo anche per i contenuti in italiano e proprio per questo ho deciso di dedicare un articolo a tutto quello che c’è da sapere sul tema. 

Se sei qui per la prima volta, questo è il 1° sito in Italia sul Full Stack Marketing.

Condividiamo l’approccio olistico al marketing, per portare te ed il tuo business ad un livello superiore, prosperando nel disordine del mondo attuale.

Ora iniziamo con l’articolo!

Le novità più recenti sull’ Helpful Content Update di Google

Google ha lanciato questo aggiornamento algoritmico ad agosto 2022 con l’intento di promuovere e premiare solo i contenuti utili e di valore per gli utenti. Inizialmente, questo aggiornamento funzionava solo in lingua inglese, ma dal 5 dicembre 2022 è disponibile in tutte le lingue (come puoi vedere dal post qui sotto!).

helpful google aggiornamento dicembre

I creatori di contenuti che pubblicano in italiano è quindi da meno di un mesetto che devono fare i conti con questo aggiornamento. In realtà, il passaggio non è così immediato. Infatti, si pensa che l’aggiornamento impieghi circa due settimane nella fase di roll-out prima di iniziare davvero a interessare contenuti già pubblicati.

Tuttavia, avrà sicuramente un impatto molto forte anche perché, come ho già spiegato, interessa tutti i contenuti pubblicati ma soprattutto perchè andrà a penalizzare l’intero sito se al suo interno ci sono dei contenuti poco utili. 

Molti hanno già notato dei cambiamenti a livello di ranking. Ora cerchiamo di approfondire un po’. 

Helpful Content Update di Google: cos’è ?

Helpful Content Update è uno dei più recenti aggiornamenti dell’algoritmo di Google, viene lanciato nell’agosto 2022. 

Il motore di ricerca si aggiorna sempre, a volte i cambiamenti sono minimi e non impattano sulle attività online, altri invece riescono proprio a sconvolgere tutto. Tra i più importanti aggiornamenti di algoritmo, ad esempio, troviamo Panda (2011) e Penguin (2012) che hanno stravolto completamente la SEO e le strategie di ranking. 

L’aggiornamento Helpful Content Update è uno tra i più importanti degli ultimi anni. Si traduce in italiano come “aggiornamento dei contenuti utili” poiché lo scopo principale di questo aggiornamento è quello di premiare i contenuti scritti per le persone e non per il motore di ricerca. 

Danny Sullivan nell’indicare l’obiettivo di questo nuovo aggiornamento, dichiara che è quello di “contrastare i contenuti che sembrano essere stati creati principalmente per un buon posizionamento nei motori di ricerca piuttosto che per aiutare o informare le persone”.

Questo aggiornamento, rispetto a quelli degli ultimi anni, è stato sicuramente molto più impattante perché introduce un nuovo indicatore a livello di un sito utilizzato per il ranking delle pagine web. Chi si occupa di SEO e di creazione di contenuti per il web, sta sicuramente lavorando per soddisfare i nuovi requisiti richiesti da Google per ottenere un buon posizionamento sulla SERP

Come funziona l’Helpful Content Update?

Helpful Content Update  come funziona

L’Helpful Content Update funziona grazie all’apprendimento automatico. Google spiega che i sistemi di apprendimento automatico (o machine learning) utilizzati riescono ad identificare i contenuti di scarso/basso valore e quelli che non sono utili a nessuno ai fini di una ricerca penalizzandoli nel ranking. 

Google ha specificato che l’Helpful content è un segnale di ranking sempre attivo che viene  applicato all’intero sito e non alle singole pagine. Questo è l’aspetto forse più “preoccupante” perché un’eventuale considerazione negativa impatta su tutto il sito e non sul singolo contenuto. Non richiede nessun aggiornamento

I contenuti che non soddisfano le aspettative e le esigenze degli utenti non vengono premiati e a decidere tutto è proprio un sistema automatizzato che sfrutta  l’intelligenza artificiale. Google ha anche confermato che questo algoritmo è stato convalidato con i quality rates, pertanto, il suo scopo è sicuramente quello di migliorare la qualità di ogni ricerca. 

Per approfondire: leggi anche il mio articolo sul Marketing Automation

A cosa serve l’aggiornamento di Google ?

Questo aggiornamento è il tentativo di Google di aumentare i contenuti autentici e davvero utili per gli utenti. È capitato a tutti di “atterrare” in una SERP piena di contenuti tutti uguali, poco originali, poco approfonditi e quindi poco utili. 

L’Helpful Content Update serve proprio a questo: evita contenuti ripetitivi e banali.

helpful content google a cosa serve

L’aggiornamento può essere anche molto utile per chi lancia un nuovo sito. Agendo su tutto il sito e non sulla singola pagina, come ho già spiegato, si può capire già dall’inizio se i contenuti così come strutturati si indicizzano.

Se non si hanno dei risultati in termini di ranking è come se Google ti stesse dicendo “sei sicuro che questo nuovo sito è utile a qualcuno?”.  

Danny Sullivan, in un tweet di agosto pubblicato pochi giorni dopo l’introduzione dell’algoritmo, scrive: “… DOING THINGS FOR PEOPLE RATHER THAN SEARCH ENGINES…” cioè fare le cose per le persone piuttosto che per i motori di ricerca. 

Questa è la chiave del funzionamento dell’ Helpful Content Update

Helpful Content Update: cosa fare e cosa NON fare 

Voglio fornirti qualche consiglio utile per non essere impreparato adesso che l’aggiornamento sta per impattare anche i siti in italiano. Vediamo quali sono le best practices e le cose da non fare con l’introduzione dell’  Helpful Content Update di Google

Ecco cosa fare:

  1. Realizza un’analisi di tutti i contenuti del tuo sito web. Consulta un esperto di SEO e un copywriter esperto di scrittura web che sappiano valutare al meglio i tuoi contenuti;
  2. Riscrivi o fai riscrivere i contenuti obsoleti o poco utili (devi essere davvero obiettivo e senza cuore mentre fai questa operazione);
  3. Chiedi ai tuoi utenti cosa vogliono leggere sul tuo sito web. Puoi farlo attraverso sondaggi sui social o focus group. Metti al centro l’utente;
  4. Crea pochi contenuti ma buoni e parla solo di ciò che veramente conosci, solo così puoi dimostrare l’utilità dei tuoi contenuti;
  5. Elimina tutti i contenuti che non hanno mai portato traffico o visualizzazioni;
  6. Aggiorna solo i contenuti inerenti al tuo business e quelli che puoi approfondire con un taglio personale. 

Ora vediamo cosa NON fare con il nuovo aggiornamento di Google: 

  1. Non produrre contenuti con argomenti troppo diversi tra di loro, scegli una tema principale e sviluppalo. Il tema deve essere inerente al tuo business e devi saperlo approfondire;
  2. Non fare un “copia e incolla” dei tantissimi articoli che ci sono già sul web. Crea contenuti unici;
  3.  Non usare contenuti semplicemente tradotti da altre lingue;
  4. Esprimi sempre un’opinione personale ma competente o racconta qualcosa che ti è realmente successo;
  5. Non creare contenuti troppo lunghi che non focalizzano nessun argomento nello specifico;
  6. Non parlare di ciò che non conosci facendo un copia e incolla da altri siti.

Hai già notato qualche cambiamento? Un tuo contenuto è stata penalizzato? Spero che questo articolo ti sia utile per capire meglio come funziona questo nuovo aggiornamento Google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *